Improvised & Experimental Music Database
Where we can perform
Navigation
Italy
m.a.i.a. fest - musiche altre in abruzzo festival
Zona22 - Via Caduti sul Lavori 4
66038 san vito chietino (chieti)
e-mail
webhttp://https://www.facebook.com/maiafestival/
MAIA is the acronym of Musiche Altre In Abruzzo, is a project of widespread artistic community.
Different experiences present or that originate in an Italian region generally more famous for its landscape beauties and for innovation in music. But beyond the clichés, a ferment of music, around the so-called experimental music, has taken shape in recent years between the mountain area of ​​the Apennines and the Adriatic coast. Artists united by the same attitude in musical expression, although divided between musical improvisation, analogue or digital electronics, sound exoticism or the development of sound walls, are proposed in the compilation. A partial photograph of the local musical realities and artists of Abruzzo born to present the festival "Solchi Sperimentali Fest - MAIA", which will take place in the Teatine coast at the end of August 2018. The project, developed with a collaboration of MAIA with the Experimental Solchi Network of Antonello Cresti, aims to bring the region of Abruzzo in the maps of the national musical imagery, but not with regionalist intentions, sovranistic or sectarian of any kind, but as a first step of opening to rekindle a seemingly dormant ferment.

ITA:
MAIA è l'acronimo di Musiche Altre In Abruzzo, è un progetto di comunità artistica diffusa.
Diverse esperienze presenti o che hanno origine in una regione italiana generalmente più famosa per le sue bellezze paesaggistiche che per l'innovazione in ambito musicale. Ma aldilà dei luoghi comuni, un fermento musicale, intorno alle cosiddette musiche sperimentali, ha preso corpo in questi anni fra l'area montana dell'Appennino e la costa adriatica. Artisti uniti da una medesima attitudine nell'espressione musicale, sebbene divisi fra l'improvvisazione musicale, l'elettronica analogica o digitale, l'esotismo sonoro o lo sviluppo di muri del suono, sono proposti nella compilation. Una fotografia parziale delle realtà musicali locali e degli artisti abruzzesi nata per presentare il festival "Solchi Sperimentali Fest - MAIA", che avrà luogo nella costa teatina a fine Agosto 2018. Il progetto, sviluppato con una collaborazione di MAIA con la Rete Solchi Sperimentali di Antonello Cresti, si pone l'obbiettivo di riportare la regione abruzzese nelle mappe dell'immaginario musicale nazionale, ma non con intenti regionalisti, sovranisti o settari di alcun genere, bensì come primo passo di apertura per riaccendere un fermento all'apparenza sopito.